Come creare un’efficace campagna pubblicitaria sui social media?

Hai notato una riduzione della portata organica dei contenuti sui social?

Sono sicuro di sì.

La migliore medicina contro il calo della portata organica è coinvolgere i clienti nella creazione dei contenuti perché i social media danno priorità ai contenuti condivisi dalle persone: io e te, non le aziende.

È vero anche che tutte le aziende hanno bisogno di una solida strategia pubblicitaria sui social media perché gli investimenti pubblicitari ti aiuteranno ad aumentare anche la copertura organica. La pubblicità a pagamento aumenta il numero di follower sui tuoi account social e ti aiuta a raggiungere un pubblico simile ai tuoi attuali clienti. Inoltre, la pubblicità ti aiuta ad aumentare il numero di condivisioni, aumentando il traffico verso il tuo sito, fattore che Google utilizza come una delle centinaia di segnali di ranking di ricerca.

Come iniziare?

In questo post ti spiegherò come creare un’efficace campagna pubblicitaria sui social media:

1. Conosci il tuo pubblico

2. Progetta il contenuto dell'annuncio

3. Pianifica un flusso pubblicitario

4. Crea gruppi target per il pubblico

5. Misura, ripeti e ottimizza

Clicca qui per twittare i 5 passaggi.

1. Conosci il tuo pubblico

Potrebbe sembrare strano ma per creare una campagna pubblicitaria sui social si deve innanzitutto conoscere il proprio pubblico.

Quali sono i loro sogni e le loro paure? Quali sono i problemi che possono risolvere utilizzando i tuoi prodotti e servizi?

Se hai già creato e condiviso dei contenuti avrai già un’idea di quali sono i contenuti che piacciono ai tuoi clienti. La piattaforma di gestione dei tuoi canali social ti mostrerà tutti questi dati. Google Analytics ha alcune funzionalità che ti possono aiutare a misurare e paragonare il livello di engagement di ogni singolo articolo sul tuo sito. E se hai già creato delle campagne pubblicitarie sui social avrai già anche familiarizzato con il pannello di analytics fornito dalle piattaforme social.

Ma ad essere onesti spesso le aziende non conoscono il proprio pubblico.

Due modi (relativamente) facili per porvi rimedio:

1) Intervista i tuoi clienti e chiedi loro perché hanno deciso di acquistare i tuoi prodotti, quali sono i problemi che i tuoi prodotti risolvono e come si sono sentiti quando hanno utilizzato il prodotto per la prima volta. Come risultato ricaverai delle dichiarazioni autentiche da queste interviste con cui i tuoi potenziali clienti riusciranno a identificarsi. Alla fine quel che desideri è attrarre persone simili ai clienti più leali e desiderosi di spendere che già hai.

2) Crea una campagna con contenuti generati dagli utenti e chiedi al tuo pubblico di postare delle immagini mentre utilizzano i tuoi prodotti. Puoi utilizzare il tool di aggregazione di social media di Flockler per raccogliere tutti i contenuti in un unico posto e analizzare quali contenuti hanno l’engagement più alto, come i tuoi clienti descrivono i tuoi prodotti e quali sono gli schemi che emergono dalle immagini. Scegli le immagini migliori e chiedi ai clienti il permesso di utilizzarle nelle tue campagne pubblicitarie.

Niente è più efficace nel social media marketing delle testimonianze di altri clienti.

2. Progetta il contenuto dell'annuncio

Il passaggio successivo consiste nel progettare il contenuto dell’annuncio. Facebook ad oggi è il social che fornisce la più ampia scelta di formati come testi, video, caroselli, eventi e molto altro.

Questi formati sono diversi a seconda dei canali utilizzati e si evolvono in continuazione ma una cosa è sempre uguale: la tua campagna pubblicitaria deve piacere al tuo target audience. E mentre i contenuti generati dagli utenti ti aiuteranno, il copy e il visual sono la chiave per avere successo.

Sviluppare la creatività per un numero elevato di annunci è un lavoro enorme, non è vero?

Non necessariamente.

Abbiamo testato un concept di Azriel Ratz che consente di creare fino a 24 diverse versioni dell'annuncio di Facebook con solo tre righe di testo e quattro immagini.

Com'è possibile?

In realtà è piuttosto semplice. Su Facebook, un annuncio con un link include tre copy: il testo del post, il titolo e la descrizione. Se usi un copy breve sarai in grado di alternarlo nel tuo annuncio, questo significa che ti ritroverai con sei varianti dello stesso annuncio.

Un esempio di un annuncio di Facebook con tre copy che possono essere ruotati per creare tre versioni dello stesso annuncio.

Ora, se aggiungi quattro immagini diverse, il numero totale di varianti aumenta fino a 24 annunci.

Tieni presente che non ha senso creare 24 annunci per un singolo contenuto se il tuo budget è limitato e hai intenzione di pubblicizzare più contenuti. Tuttavia, l'utilizzo di questa tattica ti consentirà di creare più versioni in modo rapido ed economico rispetto alla creazione di annunci completamente unici. Scegli un numero di varianti che si adatti alle tue risorse e al tuo budget.

3. Pianifica un flusso pubblicitario

Devo ammettere che ho comprato alcuni prodotti dopo aver visto un annuncio su Facebook.

Forse era uno sconto per un prodotto che stavo visionando poco prima o anche qualcosa che non avevo pensato di comprare, ma le immagini possono essere accattivanti e le pubblicità sono targettizzate in modo intelligente per gli hipster di East London come me.

Ma quando noi di Flockler indirizziamo il traffico direttamente alle nostre pagine di prodotto, i tassi di conversione sono molto bassi. Sono sicuro che molte aziende B2B hanno questo problema.

La soluzione?

Pianifica un flusso pubblicitario spostando i tuoi clienti attraverso il funnel di vendita.

Un efficace piano pubblicitario sui social media sposta il pubblico dalla consapevolezza e dall'interesse verso il desiderio e l'azione (conversione).

Se un potenziale cliente non sa nulla della tecnologia Flockler e di come consente ai marchi di mostrare i feed dei social media sul sito web, non è molto probabile che la faccia clic su un annuncio che promuove la prova gratuita di 30 giorni. Siamo tutti su Facebook e altri canali social per intrattenerci e, siamo onesti, la creazione di un social media wall non può competere con i meme di Trump.

Se installi i pixel di Facebook sul tuo sito web, sarai in grado di pubblicare annunci in un ordine predefinito, partendo da un annuncio che ti aiuta a creare awareness. Se un potenziale cliente fa clic sul link o visualizza il video, al successivo accesso a Facebook è possibile pubblicare un altro annuncio che sposta i clienti verso la conversione.

Ecco un esempio di flusso pubblicitario per Facebook:

Passaggio 1: comincia il flusso pubblicitario con un video correlato al brand (più breve è, meglio è) e mostralo ad un pubblico più ampio utilizzando il targeting dettagliato degli interessi come ricette basate su piante, addestramento dei cani, imprenditorialità o qualsiasi tema ti competa. Non incentrare il video solo su di te e sui tuoi servizi o prodotti; condividi contenuti utili, allineati con il tuo marchio.

Se non hai un video, usa un contenuto che sia relativamente facile da leggere e di livello base.

Passaggio 2: crea un gruppo target dalle persone che hanno guardato il 25% dei tuoi video (una delle fantastiche funzionalità di Facebook Ads Manager). Se sei un'azienda B2B, ti consigliamo di condividere un contenuto più avanzato dopo il contenuto di livello base. Se disponi di un prodotto di consumo, crea un annuncio carosello che mostri i vantaggi del tuo prodotto dal punto di vista dei clienti. I contenuti autentici generati dagli utenti miglioreremmo l'efficacia e i tassi di conversione della tua pubblicità.

Passaggio 3: utilizzando il Pixel di Facebook (deve essere installato prima del passaggio 2) puoi creare un pubblico personalizzato di persone che hanno visitato il tuo sito web e quindi creare un annuncio con un modulo per fornire un'offerta esclusiva o del materiale scaricabile e raccogliere indirizzi e-mail.

Nota! Il pubblico personalizzato deve raggiungere una certa dimensione prima di poter essere utilizzato per la pubblicità. Aggiungi alcuni contenuti per far crescere il tuo elenco di visitatori prima di passare al Passaggio 3.

4.Crea gruppi target per il pubblico

Ora che i copy sono variabili e il flusso è in atto, il passaggio successivo consiste nell'utilizzare gli strumenti forniti dai canali social per creare segmenti di pubblico personalizzati.

Facebook e Instagram sono di gran lunga i canali più avanzati e qui ci sono esempi di pubblico di destinazione che puoi creare per aumentare l'efficacia della tua pubblicità:

• Pubblico 1: un pubblico identico basato sui fan esistenti della tua pagina

• Pubblico 2: persone che hanno guardato il 25% dei tuoi video precedenti

• Pubblico 3: persone hanno interagito con te su Instagram o hanno visitato il tuo profilo

• Pubblico 4: persone che hanno visitato il tuo sito web negli ultimi 30 giorni.

La lista è infinita e Facebook introduce nuove funzionalità settimanalmente. Uno dei modi migliori per tenersi aggiornati sugli ultimi sviluppi è iscriversi ai podcast di Rick Mulready e Buffer.

Su Twitter, prova il cosiddetto 'follower look alikes' (impostazioni di Audience Features). Ti consente di indirizzare i follower (e i lookalikes) di account specifici. Per fare un esempio abbiamo indirizzato i nostri articoli sull’influencer marketing ai follower di Amy Porterfield. La maggior parte dei suoi follower sono addetti al marketing e probabilmente saranno interessati agli argomenti che trattiamo sul nostro blog.

Su LinkedIn, consiglierei di indirizzare gli annunci in base alle competenze, in quanto è qualcosa che un utente di LinkedIn può aggiungere al proprio profilo. È molto probabile che saranno interessati a saperne di più sullo stesso argomento.

5.Misura, ripeti e ottimizza

Adesso che abbiamo parlato del targeting, è ora di destabilizzarti. Se il contenuto non funziona, anche il targeting più efficace è inutile. La pubblicità sui social media si basa sui prezzi delle aste, il che significa che i tuoi contenuti sono in competizione con altri target pubblicitari per raggiungere lo stesso pubblico.

Una stima approssimativa dice che dovresti spendere il 60% del tuo tempo per pianificare e creare annunci e il 40% per ripetere e ottimizzare

Oltre alle molteplici varianti dello stesso annuncio e a strumenti avanzati come gli annunci dinamici di Facebook, il bello della pubblicità sui social media è che può essere modificata in tempo reale. Varia tra più breve e più lungo, divertente e serio, formale e immaginario. Se il tuo annuncio fatica a raggiungere il pubblico, prova ad ampliare il target. Se il numero di clic al collegamento è basso, prova a cambiare l’headline.

Si creative. Misura. Impara.

********

Ti è piaciuto l'articolo? Facci sapere cliccando uno dei pulsanti di feedback qui sotto e clicca qui per twittarei cinque passi ai tuoi amici.

Potrebbe interessarti

Raggruppa tutti i tuoi contenuti, compreso quel che dicono i tuoi fan, in un unico social hub.

Prenota una demo Comincia la prova gratuita di 30 giorni