Come lanciare una campagna di Influencer Marketing

Come si lancia una campagna di Influencer Marketing? Questa è una delle domande che i nostri clienti ci fanno più spesso. Si tratta di aziende che hanno degli obiettivi di business molto chiari, come awareness, engagement o conversioni, conosco il loro target e i clienti da cima a fondo e hanno anche un’idea del budget da destinare a queste attività. Il punto però è che non sono molti gli addetti al marketing che sono riusciti a costruire iniziative on line di Influencer Marketing di successo.

Cosa spaventa di più di lanciare una nuova iniziativa? C’è sempre il rischio che fallisca e generalmente tutti noi tendiamo a ripetere meccanismi già collaudati e che hanno funzionato in passato

Ma chiariamo bene le cose:

Sponsorizzare un post di Instagram in cui alcuni personaggi famosi menzionano un’azienda non è fare Influencer Marketing. È semplicemente una campagna per aumentare l’awerness laddove il medium è cambiato, passando dalla televisione o dalla radio a nuovi canali disponibili, in luoghi specifici, e in un approccio multi-channel verso un audience globale.

Negli uffici Flockler pensiamo all’Influencer Marketing come a un’attività a lungo termine, strettamente allineata ai piani di marketing e ai contenuti di tutte le altre attività dell’azienda, sia online che offline. In genere i brand utilizzano uno o due gruppi di influencer: dipendenti, personaggi famosi e consumatori per aumentare la portata dei contenuti e, alla fine, aumentare le conversioni.

Immagino che tu sia terrorizzato adesso. Non solo dovrai convincere il tuo capo (e te stesso) di una nuova iniziativa, ma per di più si tratta di un’attività a lungo termine. Starai pensando che deve essere molto costoso!

Ora fai in bel respiro.

Fortunatamente abbiamo creato una guida su come fare Influencer Marketing, che puoi scaricare gratuitamente e ti guideremo anche nei quattro passaggi per lanciare una campagna di Influencer Marketing che non necessita di un ampio budget:

  • Organizza un contest
  • Utilizza i dipendenti e i collaboratori come trampolino di lancio
  • Scegli i personaggi famosi che diano il buon esempio
  • Crea un gruppo fatto dai consumatori più influenti

Organizza un contest

Ok, immagino che ora tu sia confuso. Abbiamo detto fino ad ora che le iniziative a breve termine non funzionano e adesso ti parlo di organizzare un contest.

I contest sono una perdita di tempo se non allineati ai tuoi prodotti, al tuo target audience e ai tuoi obiettivi di business e soprattutto se lo scopo è quello di avere una “vincita” immediata. Parlando di vincite, immagino che tu abbia visto diversi post su Facebook in cui le aziende chiedono agli utenti di menzionare un amico nei commenti per avere una possibilità di vincere. Ecco, non farlo, Facebook penalizza le pagine che adottano queste pratiche.

Ma i contest possono anche essere estremamente utili se li consideri parte di prodotti, servizi e feedback. Invece di organizzare un contest banale, chiedi ai tuoi clienti di lasciare dei feedback e di condividere idee su nuovi prodotti. Aggiungi una call-to-action al tuo indirizzo e-mail e al tuo sito web. Premia i tuoi clienti con qualcosa di tangibile come per esempio materiali addizionali per rendere più funzionali i tuoi prodotti e aggiungervi valore oppure regala dei coupon da utilizzare per ottenere degli sconti.

Ecco alcune idee. Ma prima chiariamo che, con un approccio a lungo termine ai contest, non sarà facile ottenere molti partecipanti. I tuoi consumatori sono occupati con la loro vita e dovrai combattere per ottenere la loro attenzione. Ci sono almeno tre requisiti per lanciare un contest di successo:

  1. Deve fornire un incentivo o un beneficio reale per i consumatori
  2. Deve essere targettizzato su un audience specifico. Se stai raccogliendo le idee, prova a pensare di inserire anche persone che non fanno parte dei tuoi consumatori e prendi in considerazione l’idea di lavorare con una terza parte che abbia accesso a quel tipo di audience. D’altra parte, l’audience potrebbe essere solo un segmento del tuo gruppo di consumatori attuale.
  3. Deve essere allineata con il viaggio dei consumatori e con gli obiettivi. Se punti a aumentare l’awareness del prodotto, pensa ad approcci innovativi su come rendere il contest più condivisibile. Se lo scopo invece è quello di aumentare le conversioni, chiedi ai consumatori di fare qualcosa di correlato al prodotto, come condividere immagini con il prodotto e che mostrino come loro lo utilizzano.

Per approfondire questo argomento scopri come utilizzare i giveaway per migliorare il tasso di conversione delle tue iniziative.

Utilizza i dipendenti e i collaboratori come trampolino di lancio

Un gruppo di influencer che viene spesso dimenticato è quello costituito da dipendenti e collaborator ma che in realtà rappresentano un ottimo trampolino di lancio per le tue iniziative di Influencer Marketing. I tuoi impiegati infatti, hanno già una solida relazione con te e dovrebbero essere motivati ad aiutarti ad aumentare il tuo business in quanto rientra anche nei loro interessi.

Ma indovina un po’, così come i consumatori anche i tuoi dipendenti sono molto occupati! Per ottenere la loro attenzione ecco alcuni trucchi che abbiamo imparato dai nostri clienti in questi anni:

  • Torte in mensa: non importa se offri una fetta di torta, una birra o un regalo virtuale, ciò che conta è organizzare un evento di lancio della campagna insieme ai tuoi dipendenti e fornire degli omaggi in cambio di un’azione. Per azione si intende per esempio studiare le linee guida della campagna, partecipare a un quiz o condividere dei contenuti relativi all’evento attraverso i canali social utilizzando un hashtag specifico. Per rendere queste azioni ancora più divertenti organizza delle piccole sfide tra i diversi reparti della tua azienda.
  • Schermi digitali: molte aziende dispongono di spazi inutilizzati e di muri disponibili per cui perché non utilizzarli per fare promozione? Installa degli schermi che mostrino i contenuti più recenti creati dagli impiegati più attivi e partecipi delle iniziative.
  • Adesivi: potrebbe sembrarti banale ma distribuisci adesivi che promuovono il tuo hashtag. Vedere i colleghi con l’hashtag appiccicato ai computer è sempre un ottimo reminder!
  • Report settimanali / mensili: rendi merito a chi è stato in grado di creare engagement e invia e-mail settimanali o mensili. Incoraggia i dipendenti attraverso esempi concreti del tipo di contenuto che funziona meglio spiegando perché.

Ci sono alcuni trucchi per dare il via al processo. Scopri di più sugli approcci a lungo termine, leggi di come Valio, il più grande produttore di latticini del Nord Europa, è riuscito a creare un programma di advocacy dei dipendenti insieme agli agricoltori e agli allevatori che riforniscono l’azienda.

Scegli i personaggi famosi che diano il buon esempio

Ecco una sfida. Non pochi brand sponsorizzano post di personaggi famosi e vedono l’Influencer Marketing come un’iniziativa a sé stante. Non fraintendermi, usare i personaggi famosi per attirare l’attenzione del tuo pubblico può sicuramente aiutarti a promuovere prodotti e servizi, così come una qualsiasi campagna pubblicitaria tradizionale. Ma quel che desideri è accendere la scintilla per un fuoco che resti acceso a lungo, giusto?

Alcuni brand stanno adottando il giusto approccio. Utilizzano gli influencer per attirare l’attenzione e guidare i consumatori sul tipo di contenuti da creare. E lo fanno dando il buon esempio. Di recente l’UEFA ha organizzato un’iniziativa a cui collaborano le associazioni calcistiche e i giocatori professionisti per ispirare le ragazze di tutto il mondo a provare il gioco del calcio. Analogamente, Malteser, un’associazione di beneficenza tedesca, sta lavorando insieme ai membri più influenti della community per promuovere l’associazione e invogliare alter persone a diventare volontari.

Qual è il tema comune? Per ottenere risultati a lungo termine hai bisogno di pensare in modo strategico. Ecco alcune domande da prendere in considerazione durante la selezione degli influencer:

  • I valori e lo stile di comunicazione dell’influencer sono in linea con quelli del tuo brand?
  • C’è una sovrapposizione tra l’audience dell’influencer e i tuoi consumatori? Può l’influencer aiutarti a raggiungere audience simili?
  • Sei in grado di creare un piano di contenuti a lungo termine allineato ai tuoi obiettivi di business?

Ecco perché abbiamo detto che questa è una sfida. I migliori risultati vengono raggiunti quando c’è un rapporto naturale con i tuoi influencer e quando essi sono degli utilizzatori naturali dei tuoi prodotti e servizi. Arriviamo così al passaggio successivo…

Crea un gruppo fatto dai consumatori più influenti

Sì, i tuoi consumatori sono i migliori influencer! Stanno già utilizzando i tuoi prodotti ed è molto probabile che siano circondati da persone che la pensano allo stesso modo, sia online che offline.

Quando chiedi agli utenti di condividere contenuti sui canali social puoi utilizzare tool di aggregazione social come Flockler per raggruppare i contenuti in un unico posto e ritrovarti all’improvviso ad avere una nuova risorsa tra le mani: i dati relativi ai consumatori più coinvolti e più influenti!

Per mettere il turbo alle tue iniziative di Influencer Marketing analizza i contenuti social condivisi dai consumatori più influenti, non solo i contenuti legati al tuo brand ma tutti i contenuti che condividono. Ci sono temi comuni che interessano tutti i consumatori e questi contenuti sono allineati ai valori del tuo brand? Sei in grado di creare un gruppo di consumatori coinvolti e influenti per cominciare una campagna insieme a loro?

In un momento in cui la portata organica dei contenuti dei brand è in netta discesa, dare risalto ai consumatori più leali è la chiave per il successo. Scopri come Planet Fitness lo sta facendo nel modo giusto.

Potrebbe interessarti

Raggruppa tutti i tuoi contenuti, compreso quel che dicono i tuoi fan, in un unico social hub.

Prenota una demo Comincia la prova gratuita di 30 giorni
Comincia la prova gratuita di 30 giorni