6 consigli per aiutare i tuoi dipendenti a creare engagement sui canali social

Se hai letto i nostri post ultimamente, mi avrai sicuramente sentito ripetere che i social media danno priorità ai contenuti in grado di creare engagement all’interno del nostro network personale. Questo è una brutta notizia per gli addetti al marketing che gestiscono gli account aziendali ma nello stesso tempo incentiva i brand a costruire dei programmi di advocacy tra i dipendenti e a coinvolgere i propri impiegati sui social media, invitandoli ad essere attivi e a dialogare con i possibili clienti. Bisogna ricordarsi che alla fine, le persone fanno business con le persone.

Come creare engagement con il tuo profilo personale?

Potresti dare un'occhiata ad alcune tattiche concrete (ad es. la programmazione dei post e la frequenza) su come aumentare engagement e condivisioni sui canali social.

Inoltre, ci sono molti esperti di social media che consigliano di esaltare la propria personalità e di essere coerente. Puoi essere formale o informale: essere sé stessi è la chiave del successo sui canali social.

Hanno assolutamente ragione.

Ma proprio come i performer, dovrai conquistare il cuore del pubblico più e più volte. Se sei una leggenda, come ad esempio Eric Clapton, il tuo carisma, il tuo marchio e una chitarra saranno sufficienti per creare engagement attraverso i post.

Ma se sei come me, solo un altro addetto al marketing appassionato di Linkedin e Twitter, creare engagement con un profilo personale richiede molto di più della semplice tattica (ad es., ottimizzare l'ora e il giorno della pubblicazione dei post) o mostrare la mia personalità.

Sono sicuro che anche i colleghi del tuo programma di advocacy dei dipendenti sono d’accordo. Niente è più scoraggiante del condividere qualcosa di personale e di vedere “zero” Mi Piace e commenti.

Come puoi aiutare i tuoi dipendenti ad avere successo?

Ecco 6 suggerimenti per aiutare i dipendenti a creare engagement sui canali social:

1. Raccontare storie in stile Pixar.

2. Creare dei sequel.

3. Dire come ti senti.

4. Menzionare le persone e fare riferimento ai loro contenuti più recenti.

5. Parlare di argomenti di tendenza aggiungendo la tua expertise.

6. Spiegare i fenomeni globali da una prospettiva locale.

1 Raccontare storie in stile Pixar

Immagina di essere ad una festa con degli amici e di sentire qualcuno che racconta una storia divertente coinvolgendo gli altri: tutti ascoltano, reagiscono e commentano.

Hai mai pensato a cosa rende bella una storia?

Per Pixar, lo studio cinematografico di animazione che ha creato Toy Story, Alla ricerca di Nemo e Cars, le componenti chiave della narrazione sono:

• Essere universale. Usare concetti e parole familiari che non hanno bisogno di spiegazioni.

• Avere una struttura e uno scopo chiari.

• Crea un eroe da zero. Le persone amano le storie con un perdente.

• Fare appello alle nostre emozioni più profonde (disgusto, odio, paura, sogni, etc.).

• Sorprendere. Aggiungere qualcosa di inaspettato.

• Essere semplici.

Prenditi un momento e torna all'ultimo ricordo che hai di qualcuno che, in una situazione di vita reale, ha raccontato una storia che ti è piaciuta e sono certo che ti renderai presto conto che le storie più coinvolgenti includono alcuni (se non tutti) di quegli elementi. Anche se non riesci a raggiungere le capacità narrative dei professionisti della Pixar Studios, pensa a come tu e i tuoi dipendenti potete iniziare a trasformare gli aggiornamenti di stato in storie coinvolgenti.

2 Creare dei sequel

Quando ero adolescente, a volte mi sembrava di aspettare un’eternità per il prossimo episodio di The Sopranos. Oggi, molti di noi guardano Netflix e altri servizi di streaming, ma la potenza del sequel è ancora viva: a quanti capita di iniziare una nuova serie accattivante la domenica sera e ritrovarsi stanchissimi il lunedì mattina in ufficio?

Un modo per creare dei sequel avvincenti sui social media è condividere i progressi su una specifica attività, su base settimanale o mensile. Stai lavorando a un progetto di sviluppo in cui il processo può essere condiviso in modo trasparente con la tua rete?

I blogger creano sequel scrivendo una serie di post riguardanti lo stesso argomento, creando anticipazioni per il prossimo post della serie e condividendo i post sui social media e tramite newsletter. Ultimamente abbiamo scritto una serie di articoli sull'influencer marketing che abbiamo condiviso in sequenza, dai più semplici (ad esempio, gli obiettivi dell'influencer marketing) ad argomenti di livello più avanzato come i social data.

O potresti anche creare una campagna per i tuoi dipendenti e clienti per far sì che pubblichino regolarmente contenuti con un determinato hashtag. Friends of Earth sta chiedendo alla propria comunità di condividere suggerimenti su come vivere senza plastica monouso per un giorno utilizzando l'hashtag #PlasticFreeFriday, dopodiché utilizzano Flockler per incorporare i feed dei social media sul loro sito web. Un'altra idea per iniziare con il programma di advocacy dei dipendenti è creare un hashtag brandizzato che mostri la cultura aziendale. Per ispirati, controlla cosa stanno facendo i colleghi di Hootsuite con #hootsuitelife.

3 Dire come ti senti

"Ho un nuovo ruolo in azienda e non potrei essere più entusiasta per questa opportunità."

Questo è un esempio di un tipico aggiornamento di stato che potresti vedere su LinkedIn e spesso raccoglie un numero decente di Mi Piace. Tuttavia, una lieve modifica lo renderebbe ancora più interessante e aumenterebbe l’engagement.

Invece di condividere semplicemente il tuo entusiasmo, che ne diresti di dire al tuo network qualcosa di più preciso rispetto a quello che hai provato quando hai aperto la porta dell'ufficio per la prima volta e hai incontrato i tuoi nuovi colleghi? Condividere i nostri sentimenti o gli stati d’animo incoraggia gli altri a rispondere raccontando qualcosa di personale. Inoltre, quando le persone descrivono il loro modo di sentirsi, i loro sogni e le loro paure, tendono a condividere più di quanto farebbero diversamente.

Quanti aggiornamenti di stato relativi a nuovi ruoli vengono condivisi ogni anno? Assicurati che il tuo programma di advocacy dei dipendenti sfrutti questa opportunità.

4 Menzionare le persone e fare riferimento ai loro contenuti più recenti

In una discussione nella vita reale, con amici o colleghi, è importante dimostrare che hai ascoltato gli altri. Lo stesso vale per i social media, prestando attenzione a ciò di cui parla la tua rete.

Quando condividerai il prossimo contenuto, menziona uno o due clienti o partner che fanno parte della tua rete e fai riferimento a qualcosa che hanno recentemente condiviso o realizzato. Così facendo, aumenterai la probabilità di creare engagement e dare il via a dibattiti.

I programmi di advocacy dei dipendenti che fanno le cose nel modo giusto, moltiplicano la quantità di dibattiti con i clienti attuali e potenziali in un periodo di tempo molto breve.

5 Parlare di argomenti di tendenza aggiungendo la tua expertise

Chiariamo subito che il consiglio che sto per dare può comportare dei rischi.

Tuttavia, quando hai qualcosa da dire e puoi collegare l'argomento di tendenza con la tua esperienza, è estremamente efficace intervenire nei dibattiti aggiungendo la tua expertise.

Un ottimo esempio? Eccolo:

Steven Bartlett di The Social Chain Group, un'agenzia di social media marketing, ha condiviso un video che mostra come il successo dell'Inghilterra nella Coppa del Mondo FIFA quest'estate abbia aumentato i volumi di ricerca di Google per i gilet (ispirati all'allenatore inglese Gareth Southgate) e il volume dei dibattiti sui social media.

Puoi usare i tuoi prodotti e servizi per creare storie e chiedere a tutti i tuoi dipendenti di condividerle con la loro rete?

6 Spiegare i fenomeni globali da una prospettiva locale

Un'altra tattica è quella di attingere da una storia di tendenza che spiega i fenomeni globali ma da una prospettiva locale. Ad esempio, un'agenzia di marketing in Svezia potrebbe condividere le loro opinioni su come il lancio di IGTV da parte di Instagram influisca sulla vita di un brand marketer locale, di cosa è possibile imparare dai brand internazionali e quali sono le differenze principali.

*******

All'inizio di questo post ho detto che queste semplici tattiche potrebbero non essere sufficienti a per farsi notare tra la massa di contenuti, ma non posso concludere questo post senza condividere un suggerimento veloce ed efficace per LinkedIn. L'algoritmo di LinkedIn attualmente favorisce aggiornamenti di stato personali basati solo sul testo, senza link; avrai infatti notato che molte persone mettono il link nei commenti e non nel testo del post. In realtà c'è un modo più efficace per farlo: modifica il post subito dopo dopo averlo postato e aggiungi un link in qualsiasi punto del testo originale

*******

Hai intenzione di avviare un programma di advocacy dei dipendenti? Per trarre ispirazione, dai un'occhiata a come Valio, uno dei maggiori produttori di latticini del Nord Europa, ha trasformato i dipendenti in sostenitori del marchio. I dipendenti sono uno dei tre gruppi da includere nella tua strategia di influencer marketing e abbiamo creato una checklist scaricabile sull’influencer marketing per aiutarti a pianificare, implementare e misurare le tue campagne con successo.

Mi piacerebbe sentire i tuoi consigli: mandami un messaggio su Twitter e chattiamo!

Potrebbe interessarti

Raggruppa tutti i tuoi contenuti, compreso quel che dicono i tuoi fan, in un unico social hub.

Prenota una demo Comincia la prova gratuita di 30 giorni